Come prepararsi per una nuova normalità post-COVID-19

I retailer di settori critici hanno dovuto imparare nuovi modi di lavorare durante la pandemia di COVID-19. Il ritorno a un nuovo tipo di normalità, anche nel business, potrebbe essere lento e graduale. Secondo Javier Lopez, Head of Vertical Solutions, OKI Europe Ltd, man mano che le disposizioni dei governi diventeranno gradualmente meno rigide, i retailer critici e non critici dovranno dimostrare la flessibilità necessaria per adattarsi, attuare e comunicare rapidamente le misure di sicurezza.

È stato un mese difficile per i retailer, molti sono stati costretti a chiudere o a ripensare completamente la propria attività. Ora che la curva delle infezioni da COVID-19 inizia ad appiattirsi in tutta Europa, i governi inizieranno un progressivo allentamento delle misure di lockdown. È però altamente improbabile che la vita ritorni alla normalità che conoscevamo prima dell'introduzione delle attuali misure restrittive. 
 
Dopo lo sconvolgimento economico causato dalla pandemia, tanto i governi quanto le imprese commerciali saranno impazienti di riprendere le normali attività. Ma i retailer dovrebbero ricevere dal governo delle linee guida dettagliate, alle quali dovranno attenersi per evitare un nuovo aumento della diffusione dei casi di COVID-19 che comporterebbe un secondo lockdown. Un approccio graduale potrebbe prevedere l'obbligo di indossare le mascherine per il personale e per i clienti, la gestione del flusso di visitatori e il rispetto delle misure di distanziamento sociale all'interno dei punti vendita. 
 
Come affrontare le nuove sfide
 
Il white paper di OKI Europe sui vantaggi della cartellonistica nei punti vendita in tempi di crisi evidenzia come le comunicazioni visive all'interno del punto vendita siano fondamentali per aiutare i retailer a rispettare misure governative in continua evoluzione. Ad esempio, i retailer che sono stati costretti a tenere chiusi i propri negozi durante il lockdown saranno impazienti di riaprire e di accogliere i clienti nei loro locali il prima possibile. Tuttavia, prima dovranno assicurarsi che il locale sia in regola con tutte le disposizioni del governo, in modo da tutelare la salute del personale e dei clienti e impedire l'ulteriore diffusione del virus.  Fra le altre cose, saranno indispensabili gli adesivi da pavimento per il distanziamento sociale, gli adesivi da vetrina per segnalare le variazioni dell'orario di apertura del negozio, gli striscioni da appendere al soffitto o i totem autoportanti per aiutare i clienti a spostarsi all'interno del negozio in modo rapido e sicuro, nonché gli avvisi sugli scaffali per segnalare eventuali limitazioni sul numero di articoli acquistabili e la disponibilità delle scorte.
 
I retailer critici che erano autorizzati a rimanere aperti, come gli alimentari, i supermercati e le farmacie, hanno già dotato i loro punti vendita di strumenti di comunicazione chiari. Ma anche loro, come i retailer non critici, dovranno adattarsi continuamente alle nuove linee guida e alle nuove misure che saranno via via emanate, assicurandosi che tutti i cambiamenti siano rispettati e comunicati il più rapidamente possibile in ogni punto vendita.
 
Come diventare più agili stampando direttamente nel punto vendita

Se l'esigenza è cambiare spesso la cartellonistica nel punto vendita, mediamente i retailer non hanno né la velocità, né l'agilità per farlo. Spesso sono limitati dalla disponibilità delle risorse nel punto vendita, perché dipendono o dalla sede centrale o dai servizi di stampa di fornitori terzi, quindi anche per la cartellonistica urgente sono costretti ad attendere gli inevitabili tempi di consegna, anche lunghi, e non hanno la possibilità di modificare il materiale sul momento, come invece sarebbe utile in questi tempi complicati.
 
Per i retailer, queste settimane e questi mesi sono cruciali. Il tempo è denaro, letteralmente. I retailer più lungimiranti si stanno già organizzando per la riapertura e hanno iniziato a stampare la cartellonistica urgente per i loro punti vendita. Le stampanti compatte progettate appositamente per l'uso in negozio sono in grado di gestire un'impressionante varietà di supporti, formati e finiture, a colori ad alta definizione e con la qualità professionale di una tipografia. Le stampanti per il settore retail, progettate per garantire un ingombro minimo nel back office dei negozi, come le stampanti a colori A3 Serie C800 di OKI, sono un valido aiuto per stampare la cartellonistica direttamente nel punto vendita e su una vasta gamma di supporti.  
 
Con la consapevolezza che molte attività potrebbero avere difficoltà a creare e realizzare rapidamente la cartellonistica per il distanziamento sociale, OKI Europe offre alle organizzazioni  supporti gratuiti* per creare adesivi da pavimento che possono essere stampati in modo rapido e semplice. Ciò consentirà sia alle attività già operative, sia a quelle che riapriranno dopo le chiusure forzate, di rimettersi in pista il più rapidamente possibile, tutelando la salute dei dipendenti, dei clienti e dei visitatori.
Come garantire la sicurezza del personale e dei clienti dopo il lockdown

La chiave per uscire da questa crisi sarà la flessibilità. I retailer saranno obbligati a cambiare e aggiornare rapidamente la cartellonistica per tenere il passo dei cambiamenti introdotti con nuove linee guida e restrizioni. Per adempiere ai loro doveri, tra i quali segnalare le variazioni dell'orario di apertura in vetrina, assicurarsi che i clienti entrino ed escano dal negozio in sicurezza rispettando le linee guida sul distanziamento sociale, o creare un percorso obbligato all'interno del negozio, i retailer dovranno procurarsi, stampare e modificare la cartellonistica il più rapidamente possibile. Serviranno, ad esempio, adesivi per vetrine e pavimento, striscioni a soffitto e segnaletica direzionale. 
 
Con i continui problemi di approvvigionamento di alcune gamme di prodotti, gli scaffali potrebbero essere vuoti o il numero di articoli acquistabili potrebbe essere limitato. In queste circostanze, il modo migliore per informare i clienti di eventuali carenze e tempi di riapprovvigionamento potrebbe essere l'uso di una segnaletica in formato ridotto, ad esempio le etichette sugli scaffali per segnalare il numero massimo di articoli acquistabili e la disponibilità delle scorte. Lo stesso formato, ma abbellito con una grafica più accattivante, potrebbe essere utilizzato anche per richiamare l'attenzione dei clienti su prodotti alternativi. 
 
Pertanto, nel prepararsi alla riapertura dei loro punti vendita dopo il lockdown, i retailer dovrebbero valutare la possibilità di provvedere alla stampa direttamente in negozio. Prima di scegliere una stampante che abbia la flessibilità necessaria per produrre rapidamente una cartellonistica di qualità professionale, i retailer dovranno assicurarsi che il dispositivo sia in grado di gestire tutti i formati richiesti, dai formati piccoli delle etichette da scaffale e tag dei prodotti fino ai formati grandi degli adesivi da pavimento, che devono essere resistenti, impermeabili e facilmente rimovibili, striscioni da soffitto, totem autoportanti e adesivi per le vetrine. 
 
Dotandosi subito della tecnologia giusta, i retailer potranno essere operativi subito e in sicurezza e avere anche la capacità di adattarsi ai cambiamenti delle linee guida governative durante il graduale ritorno ad una nuova forma di normalità. 
 
 

Collegati con OKI Svizzera

linkedin twitter youtube facebook okishop

©1995-2020 Oki Europe Ltd.